La mia passione più grande: il viaggio

//La mia passione più grande: il viaggio

La mia passione più grande: il viaggio

Il viaggio ha rappresentato una parte essenziale della mia vita.
Ho sempre viaggiato molto. Vedere posti nuovi e conoscere nuove persone mi entusiasma da sempre.

VIAGGIARE È PER ME SINONIMO DI LIBERTÀ, DI CRESCITA, DI ESPERIENZA, DI SCAMBIO E DI CURIOSITÀ.

Viaggiare mi fa sentire viva e connessa con l’Universo, mi da la possibilità di crescere. Viaggiando ho scoperto cose di me che non sapevo e mi sono stupita di essere riuscita a scavare così tanto a fondo. Il viaggio più entusiasmante è stato proprio quello alla scoperta di Vittoria che sono certa non terminerà mai!

Viaggio spesso da sola, amo i silenzi, amo l’Oriente e l’energia che sento in quei posti. Sono innamorata di tutto ciò che può contribuire alla mia crescita personale a alla mia evoluzione. Gli insegnamenti più importanti li ho ricevuti da persone che non parlavano la mia stessa lingua. Sembra impossibile? La lingua del cuore è universale, credimi! Mi sono resa conto che durante la malattia il mio viaggiare era un tentativo di scappare dal mondo, dai problemi, dal dolore, dallo stress della vita quotidiana. Il problema è che quando torni anche dopo un lungo viaggio, i problemi sono sempre lì, ad aspettarti.

Oggi partire è per me un modo per staccare, non più per scappare.

Viaggiare è parte integrante della mia vita, da ogni viaggio torno entusiasta, arricchita, determinata e felice di essere di nuovo a casa.

Insieme, ovunque tu sia!

Sono guarita in un momento storico molto importante, caratterizzato da un’incredibile espansione dell’utilizzo di internet. Un internet che è fatto di interazione e condivisione, uno spazio virtuale che mette in collegamento milioni di persone in ogni parte del mondo. Grazie al web oggi posso aiutare tantissime persone anche a distanza e questo mi permette di rimanere in contatto con tutti senza rinunciare al viaggio e al mio lavoro.

il-viaggio-vittoria-diamanti-2

Ogni limite se trasformato può diventare il tuo miglior talento.

Questa frase la leggerai più volte su questo sito, perché in poche righe include tutto ciò che ho affrontato in questi anni, tutto quello che sono riuscita a realizzare lavorando su me stessa e amandomi in modo incondizionato. Non avrei mai pensato che la malattia potesse essere la mia migliore insegnante, posso solo ringraziarla per tutto quello che mi ha regalato. Oggi vedo il mondo con occhi completamenti diversi, sono concentrata e ringrazio per quel che di bello ho e quel che manca so che presto arriverà. Il limite che avevo sono riuscita a trasformarlo in una professione che amo moltissimo e mi da grandissime soddisfazioni, che mi fa sentire viva, utile, entusiasta e mi riempie il cuore di gioia.

Sei pronto ad intraprendere questo viaggio con me? Io e te insieme possiamo farcela.

Se hai bisogno di un aiuto, un supporto, una coach, o un semplice punto di riferimento per raggiungere i tuoi obiettivi, sono pronta ad aiutarti per risollevare la tua esistenza e a farti tornare un sorriso sincero, capace di esprimere felicità e leggerezza.

Sono qui per te, perché so come ti senti e voglio aiutarti ad essere di nuovo libero.

L’amore incondizionato verso sè stessi, la forza e il coraggio per affrontare i mostri dentro di noi e la capacità di aprire la porta alla condivisione e al confronto reciproco, sono state le tre cose che mi hanno permesso di guarire dalla fibromialgia e diventare oggi una Life Coach qualificata e completa.

BUON VIAGGIO INTERIORE!

 

Iscriviti subito alla mia Newsletter

By |2017-09-01T15:59:33+00:00Luglio 27th, 2015|Amore di Sé|1 Commento

About the Author:

Mi chiamo Vittoria Diamanti, sono una Life Coach e Insegnante certificata Heal Your Life®. Aiuto le persone ad amarsi, a compiere i primi passi alla scoperta di sé stessi e ad eliminare barriere e limiti che impediscono loro di essere liberi.

Un commento

  1. […] Viaggiare per me è vita, è come respirare sempre una boccata di aria fresca! Inizialmente viaggiavo per scappare da una realtà che non mi piaceva, e pensavo che fuggendo il più lontano possibile, tutto potesse cambiare. […]

Scrivi un commento