In molti si chiedono quale sia il segreto di coloro che riescono a compiere un cambiamento significativo nella propria vita, passando da una condizione di sofferenza cronica come la Fibromialgia, a una di salute e benessere che permette di raggiungere l’asintomaticità.

La risposta, sorprendentemente, non risiede solamente nelle terapie o nei trattamenti medici, ma nell’atteggiamento mentale. 

Esaminiamo da vicino le caratteristiche delle persone che hanno intrapreso questo percorso e come la loro mentalità sia stata cruciale nel raggiungere la guarigione.

Da una parte esistono persone che possono inizialmente avere difficoltà nell’adottare un’attitudine propositiva quando si ritrovano ad avere a che fare con la sofferenza, ma che, con impegno e costanza, riescono comunque a sviluppare.

Quali sono le principali resistenze che possono ostacolare questo processo?

Pensiero negativo radicato

Sono quelle persone che si sentono intrappolate in un ciclo di pensieri negativi radicati, spesso influenzati da esperienze passate, traumi o condizionamenti culturali. Superare questo schema mentale richiede un lavoro approfondito per identificare e ricondizionare i pensieri automatici depotenzianti.

scappare dai problemi

📌 Mancanza di consapevolezza emotiva

Chiunque sia poco consapevole delle proprie emozioni e del loro impatto sul pensiero e sul corpo, può trovare difficile sviluppare un’attitudine positiva.

Lavorare sulla consapevolezza emotiva, attraverso un profondo lavoro di crescita personale, può aiutare a identificare e gestire le emozioni in modo più costruttivo.

Le malattie hanno anche una componente emotiva che tiene viva la sofferenza, individuarla è fondamentale per avviare il processo di guarigione.

✂️ Auto-sabotaggio

Alcune persone possono essere inclini all’auto-sabotaggio, ad esempio attraverso comportamenti autodistruttivi o auto-critica eccessiva. Identificare e affrontare queste tendenze può richiedere un lavoro interiore significativo per migliorare la fiducia in sè stessi e la capacità di autogestione.

🚷 Ambiente sociale negativo

Un ambiente sociale tossico o pessimista può ostacolare i tentativi di sviluppare un’attitudine positiva. Chi è circondato da persone pessimiste o critiche può trovare difficile mantenere un’ottica propositiva.

Tenderà a farsi condizionare dall’ambiente esterno e a non avere fiducia.

In questi casi, può essere necessario stabilire confini sani e cercare il sostegno di individui che già ce l’hanno fatta, così da prendere ispirazione e cominciare a credere che sia possibile migliorare la propria condizione, sia fisica che emotiva.

sostegno esterno

🗝️ Mancanza di risorse e supporto

Alcune persone potrebbero trovarsi in circostanze difficili o svantaggiate, con poche risorse o senza supporto a disposizione per affrontare i propri problemi. In questi casi, cercare risorse esterne come consulenti, terapisti o gruppi di supporto può essere fondamentale per iniziare il percorso verso un’attitudine più positiva.

Altre, invece, sono naturalmente inclini a un’attitudine positiva, tendono ad assumersi la responsabilità della propria salute e del proprio benessere.

Sono emotivamente resilienti e affrontano le sfide con determinazione, intraprendendo attivamente azioni per il cambiamento, seppur con grande difficoltà. Questo approccio proattivo spesso porta a risultati più rapidi nel raggiungimento della remissione dei sintomi.

Il potere dell’attitudine positiva

Coloro che emergono dalla sofferenza con successo hanno una caratteristica comune: un’attitudine positiva e proattiva nei confronti della vita. 

Vivono ogni momento con intensità e determinazione, consapevoli che il cambiamento richiede impegno costante e una buona dose di fiducia. Questo atteggiamento non solo migliora la qualità della vita, ma può anche influenzare positivamente la risposta del corpo alle terapie e ai trattamenti.

attitudine positiva

Come sviluppare un’attitudine propositiva?

🙏 Praticare la gratitudine

Anche nelle situazioni più difficili, ci sono sempre aspetti della vita per cui essere grati. Iniziare a tenere un diario della gratitudine, annotando ogni giorno almeno tre cose per cui si è grati, può aiutare a riorientare il focus verso gli aspetti positivi della vita.

💭 Cambiare il dialogo interno

Spesso ci si auto-sabota con pensieri negativi e depotenzianti che possono influenzare pesantemente il nostro atteggiamento. Sostituire questi pensieri con affermazioni positive e incoraggianti può aiutare a cambiare progressivamente la mentalità.

A tal proposito, ho realizzato un webinar che spiega, passo per passo, tutto ciò che bisogna fare per lavorare a livello profondo sul dialogo interiore. Clicca qui o sulla foto qui sotto per approfondire.

Solo una mente silenziosa può davvero essere uno strumento di aiuto e non solo un banale e meccanico funzionamento logico.

modulo 4

La maggior parte della sofferenza umana è inutile, ce la infliggiamo da soli, rimuginando e creando nella nostra testa una realtà che non corrisponde a verità.

I pensieri hanno il potere di distruggere o di creare, ma spesso ne siamo inconsapevoli! Il pensiero è potente energia che si materializza, energia che crea la nostra realtà: la nostra vita è il risultato dei nostri pensieri.

Se la programmazione del tuo subconscio non è impostata per il successo, niente di quello che apprenderai, che studierai, che capirai e niente di quello che sai, farà alcuna differenza.

Un altro modo per sviluppare un’attitudine propositiva è quella di cercare un supporto adeguato. Non è necessario affrontare il percorso da soli. Il supporto di professionisti, amici, familiari, o anche di gruppi di supporto può essere estremamente utile nel mantenere un atteggiamento positivo durante i momenti di difficoltà.

Ma soprattutto è utile per rialzarsi quando si hanno delle ricadute, altrimenti la nostra mente tenderà a vedere il peggior scenario e a cadere nello sconforto.

Motivazioni per sviluppare un’attitudine positiva. Perché dovrei fare così tanta fatica?

🌸 Miglioramento del benessere in generale

Un atteggiamento positivo non solo migliora la qualità della vita, ma può anche influenzare positivamente la salute fisica e mentale complessiva.

Clicca qui e leggi questo articolo per comprendere che è realmente possibile che ciò avvenga.

🔍 Aumento della resilienza

Essere in grado di affrontare le sfide con ottimismo e determinazione aumenta la capacità di superare gli ostacoli e di adattarsi ai cambiamenti nella vita.

Grazie a questo atteggiamento, anche il tuo sistema immunitario e il tuo sistema endocrino ne beneficeranno.

🩺 Miglior risposta ai trattamenti

Le ricerche scientifiche hanno dimostrato che un atteggiamento positivo può influenzare positivamente la risposta del corpo ai trattamenti medici e alle terapie. Gli individui che manifestano una mentalità ottimistica tendono a essere più collaborativi durante il processo di cura, aderendo più fedelmente alle indicazioni mediche e mantenendo uno stile di vita più sano.

Questo può portare a una maggiore efficacia dei trattamenti e a risultati migliori in termini di gestione del dolore e del benessere generale.

Inoltre, un atteggiamento proattivo e positivo può contribuire a ridurre lo stress e l’ansia, fattori che possono aggravare il dolore cronico e le condizioni di salute associate.

Influenza positiva sulle relazioni

Un’attitudine positiva può migliorare le relazioni interpersonali, creando un ambiente di supporto e fiducia reciproca.

Quali sono i principali ostacoli e come affrontare le resistenze di chi fatica ad avere un atteggiamento collaborativo durante il percorso di guarigione?

👉 Paura del cambiamento

Il cambiamento può essere spaventoso e sconosciuto. Aiutare le persone a comprendere che il cambiamento può portare a esperienze positive può aiutare a superare la resistenza.

Questo può avvenire solo se il diretto interessato è disposto a mettersi in gioco e sceglie di sua spontanea volontà di volerci provare.

🌈 Mancanza di fiducia

Molte persone possono dubitare delle proprie capacità di adottare un atteggiamento positivo, specialmente se hanno avuto esperienze passate di fallimenti o delusioni.

Offrire sostegno e incoraggiamento, può aiutare a costruire la fiducia necessaria per affrontare il cambiamento.

⭕ Rifiuto della responsabilità personale

L’immaturità emotiva può manifestarsi attraverso un rifiuto della responsabilità personale, dove alcuni individui evitano di assumersi la responsabilità delle proprie azioni e della propria vita.

Questo comportamento può ostacolare il processo di guarigione, poiché limita la capacità di prendere decisioni consapevoli e di intraprendere azioni volte al miglioramento. In questo contesto, è essenziale sottolineare l’importanza dell’auto-responsabilità e dell’empowerment personale come fondamentali per affrontare e superare le sfide legate alla salute e al benessere emotivo.

🧩 La gestione dello stress e del problema

Una delle chiavi per affrontare il dolore cronico è la gestione efficace dello stress e dei problemi. Coloro che riescono a trasformare il dolore in forza non si arrendono di fronte alle difficoltà, ma affrontano le sfide con calma e determinazione.

Capiscono che lo stress può compromettere la salute e quindi si impegnano attivamente nel trovare soluzioni anziché lasciarsi sopraffare dalle difficoltà. La gestione dello stress può avvenire attraverso varie tecniche, come la meditazione, lo yoga, la respirazione profonda e l’attività fisica, e ognuno può trovare quelle più adatte alle proprie esigenze e preferenze.

🔉 L’importanza della riflessione e dell’introspezione

Ammiriamo coloro che hanno avuto il coraggio di guardarsi dentro, di riflettere sulle proprie esperienze e di imparare dalle difficoltà.

In un mondo frenetico, la capacità di fermarsi e confrontarsi con sé stessi, non è cosa da tutti. Tuttavia, è proprio questa introspezione che porta alla crescita interiore e alla chiarezza necessaria per affrontare il percorso di guarigione. La riflessione e l’introspezione permettono di comprendere meglio le proprie emozioni, i propri pensieri e i modelli comportamentali che possono contribuire al dolore cronico.

🎓 La malattia come scuola di vita

Spesso il percorso della malattia diventa una grande lezione di vita. 

È il momento in cui si trovano la forza e il coraggio per fare scelte importanti, per affrontare il dolore e assumersi la responsabilità della propria situazione. È un’opportunità di crescita e trasformazione che, se approcciata con la giusta mentalità, può portare a risultati straordinari.

La malattia può essere vista come un’occasione per riconsiderare le proprie priorità, valori e obiettivi di vita, e per apportare cambiamenti significativi che favoriscono il benessere fisico, emotivo e spirituale.

A tal proposito ti consiglio di leggere il libro di Francesco Mariotti che, dopo un percorso affrontato con Vittoria Diamanti, oggi è asintomatico dalla Fibromialgia. Clicca qui o sulla foto per acquistarlo.

Francesco racconta il suo viaggio verso la guarigione dopo anni di grande sofferenza sia fisica che emotiva.

fibromialgia francesco mariotti

Che tu stia lottando contro una malattia cronica o affrontando altre sfide nella vita, come un lutto, una separazione, un’ingiustizia subita sul lavoro o in famiglia, è cruciale ricordare che il potere della tua mente può plasmare il tuo destino. 

Sia che tu stia cercando la guarigione fisica o la realizzazione personale, presta sempre attenzione ai tuoi pensieri e persevera nel tuo cammino verso una vita piena di fiducia, benessere e realizzazione.

👉 Se l’articolo ti è piaciuto ti invito ad iscriverti alla newsletter compilando il modulo qui sotto, riceverai un ebook gratuito dal titolo “Come Vincere la Fibromialgia, ti racconto tutto quello che ho imparato.”

Ci tengo a sottolineare che io, Vittoria Diamanti, non sono un medico, non sono una psicologa e nemmeno una nutrizionista. Desidero sottolineare che tutto ciò che condivido si basa sulla mia storia personale, sui miei studi, le mie ricerche e sul mio lavoro, e non sostituisce alcun tipo di trattamento farmacologico, medico o psicologico.